TAE KWON DO

Darne una definizione non è certo una cosa facile, perchè il Tae Kwon Do non è soltanto un eccellente metodo di autodifesa basato sull'uso di pugni e calci, non è un semplice sport, un training mentale o una ricerca filosofica; ciò che va maggiormente tenuto in considerazione è lo spirito che condiziona profondamente ogni aspetto della vita del praticante, sia esso un giovane allievo o un esperto maestro.
La traduzione letterale dell'espressione coreana "Tae Kwon Do" è l'arte di calciare in volo e di colpire di pugno; "Tae" infatti significa calciare in volo, "Kwon" sta per pugno e l'ideogramma "Do" vuol dire Arte, disciplina (o anche via, cammino).
Questa, tuttavia, è una traduzione approssimativa poichè il significato coreano del termine "Do" comprende anche un concetto natural-filosofico-comportamentale che implica uno stile di vita volto alla conoscenza approfondita di se stessi.
In pratica, attraverso un duro allenamento fisico, ogni praticante deve cercare in se stesso la forza di migliorarsi fisicamente, mentalmente e spiritualmente.



maestro: Taglioni Eiko